Quando l’Amore è più forte del fallimento…

Oggi Vi voglio parlare di una Storia straordinaria che mi ha toccato il cuore per come è stata vissuta dalle persone coinvolte che meritano visibilità perché sono una grande testimonianza di tenacia e di determinazione che può essere di buon esempio a livello motivazionale.

Nel mio percorso di vita umana e professionale ho avuto la fortuna di incontrare persone davvero “Speciali” che con il loro contenuto e il loro modo di vedere la Vita mi hanno donato qualcosa di bello, un vero e proprio “Dono” che sicuramente aiuta la mia attività in tutti i giorni e in ogni momento ma soprattutto mi porta a dirVi che vale sempre la pena credere e scommettere sulle nostre capacità e forze.

Ho avuto le condizioni per incontrare, vivere ed avere come Clienti alcuni tra i più grandi Imprenditori Italiani ed Internazionali che spaziano dalla Meccanica, Design, Agroalimentare, al Fashion e ogni volta che mi sono guadagnato la loro Fiducia Professionale ho sempre cercato di apprendere il loro stile, i loro segreti e metodi per fare impresa…accorgendomi però che ognuno di loro formava la mia persona e le mie qualità, quindi ho sempre fatto di tutto per rendere ogni mio Cliente un vero e proprio “Patrimonio” .

La storia di cui Vi voglio parlare oggi è la storia unica di due Persone davvero Speciali “che oltre agli stati d’animo…e credetemi che per fare quello che hanno fatto loro…di notti insonne ce ne sono state…”, che con tenacia e forza d’animo hanno anche avuto una complicità di vita privata in quanto questi due Straordinari esempi di Imprenditori Italiani sono anche uniti dall’Amore che credetemi…aiuta sempre…e in tutte le situazioni, per questo ho deciso di dare un titolo a questa bella storia “Quando l’Amore è più forte del fallimento…” che in sintesi Vi racconto qui al seguito.

Questa è la storia di Ferruccio che lavorava in una realtà Aziendale Meccanica nella produttiva zona Bergamasca e che un giorno, quando la sua Azienda ha dichiarato fallimento e volontà di chiusura ha messo nella condizione Ferruccio e Cinzia nel provare a mettersi in gioco mettendo a rischio tutti i loro risparmi pur di tentare questa nuova strada…

Hanno creato così la 3B Meccanica, un’Azienda completamente nuova sotto ogni aspetto, acquistando tutti i beni della precedente e vecchia società nella quale lavorava Ferruccio, portando con sè tutti gli operai presenti che hanno potuto continuare ad avere un posto di lavoro e a distanza di quasi due anni e mezzo…le cose stanno andando bene… tanto che i loro Clienti continuano a dare fiducia alla nuova costituita, per questo li reputo Persone fuori dal comune, un vero esempio di Amore di coppia e di impresa.

Credo che sarebbe anche l’ora di guardare a qualcosa di speciale che accade anche nel nostro Paese che è fatto di Micro Fenomeni di cui nessuno quasi si accorge ma che fanno del nostro Paese il più grande orgoglio Imprenditoriale e di Umanità sensazionale…”

Maurizio Tricarico A.D. Consulting Valley Srl

Lintervista a Ferruccio Bonacina & Cinzia Zini di 3B Meccanica Srl

Claudia Zini e Ferruccio Bonacina (3B Meccanica Srl)

L’intervista:

Intervista a Claudia Zini e Ferruccio Bonacina (3B Meccanica Srl)

  • Come nasce la Vostra Storia di vita imprenditoriale?

La nostra storia di vita imprenditoriale nasce all’improvviso, quasi  per scherzo, dettata dalla forza di andare avanti in un momento di grande preoccupazione visto che la ditta dove lavoravo attualmente da oltre 25 anni aveva dichiarato il fallimento e da lì a poco avrebbe chiuso definitivamente.

  • Su quali mercati operate?

Lavoriamo principalmente su mercati italiani e ci stiamo sviluppando per raggiungere i mercati esteri.

  • Quando avete deciso di rilevare l’Azienda in un momento davvero di cambiamento e forte difficoltà?

Sì era veramente un momento di forte difficoltà in quanto ero l’unico della mia famiglia che lavorava, ed avevo a carico moglie e due figli piccoli, ma non vedendo nessuna alternativa per il futuro, io e mia moglie abbiamo provato a metterci in gioco mettendo a rischio tutti i nostri risparmi e facendo un debito di anni pur di tentare questa strada…abbiamo creato così la “nostra” 3B MECCANICA, una ditta completamente nuova sotto ogni aspetto, acquistando (e non affittando) tutti i beni della vecchia società: dai macchinari a tutte le attrezzature presenti in azienda e portando con noi nella nuova azienda tutti gli operai presenti che non hanno perso una giornata lavorativa facendo il passaggio diretto.

  • Raccontateci com’è stato il percorso che avete fatto, e gli ostacoli che avete incontrato?

Il nostro percorso è stato veramente in salita, abbiamo trovato un’azienda lasciata a se stessa, macchinari da revisionare, officina da riassettare da cima a fondo.

Dopo un anno dalla partenza abbiamo dovuto combattere con una pandemia mondiale che purtroppo ha fermato tantissime attività con anni di storia alle spalle. La forza di volontà e lo spirito di sacrificio non solo nostro, ma di tutti in “nostri” ragazzi, ha fatto sì che la 3B Meccanica riuscisse a superare questo periodo di paura per l’intera economia e produttività generalizzata.

Un altro grande ostacolo è stato quello di far capire ai fornitori e possibili nuovi clienti che  noi siamo la 3B meccanica, e non abbiamo niente a che vedere con la ditta di prima, dove ha lavorato mio marito, riconquistare la loro fiducia non è stato semplice, era come fossimo “etichettati”… alla fine fortunatamente ci siamo riusciti.

  • Quali enti e figure Vi hanno aiutato e creduto in Voi in questa fase di impresa?

In primis dobbiamo ringraziare la BCC OGLIO E SERIO che ci ha concesso un grande finanziamento e ha creduto in noi, malgrado l’inesperienza imprenditoriale.

E’ doveroso ringraziare anche i clienti principali che non ci hanno mai abbandonato, Same Treviglio e Schneider Electric.

Per ultimi, ma non meno importanti, ringraziamo i nostri ragazzi, che hanno creduto in questo progetto e sono rimasti con noi affrontando tutte le difficoltà del percorso.

  • In che forma la Vostra vita personale Vi ha aiutato nell’andare avanti nonostante le difficoltà?

Devo dire che io e mia moglie ci completiamo a vicenda, io ho conoscenze più tecniche, in quanto avendo lavorando qui da per molti anni, so perfettamente come funziona, e ho mantenuto tutti i contatti con le aziende esterne; lei dal canto suo è più impostata sulla gestione del personale (cosa che se avessi fatto io sarei stato di parte) e sulla parte amministrativa.

Come coppia siamo molto uniti e non c’è cosa che io faccia senza che lei ne sia a conoscenza e viceversa.

  • Ci parla della complessità per l’impresa e per i dipendenti nel periodo di vostro ingresso al timone dell’Azienda ?

Alcuni dipendenti hanno faticato a recepire che io non sono più il collega, ma sono il titolare, e di conseguenza il rapporto è stato obbligato a prendere una forma diversa; anche se con tutti loro ho mantenuto un legame di amicizia.

Mia moglie essendo una figura esterna ha avuto meno difficoltà in questo passaggio.

  • Da quando avete iniziato a vedere la luce?

Iniziamo ad intravedere un bel miglioramento in questi mesi, ma dopo la pandemia è difficile dire che vediamo la luce, possiamo solo dire che il lavoro sta aumentando, e l’azienda sta andando nella direzione giusta, ma la strada è ancora lunga.

  • A che punto siete oggi? Reputate che la Vostra missione sia a compimento o ancora vedete un percorso in salita?

La nostra missione non è in compimento, anche perché sono solo passati due anni e mezzo dal nostro inizio.

Riteniamo che la strada sarà sempre in salita, (a volte più a volte meno) perché c’è sempre da migliorare, e ci saranno sempre nuovi obbiettivi da raggiungere.

In soli due anni, abbiamo raggiunto molti traguardi: certificazione di qualità ISO 9001/2015, acquisizione nuovi macchinari (cnc Daewoo 800 multipallet, tornio motorizzato puma con carica-barre, stazione di prestting digitale); abbiamo realizzato il blocco uffici amministrativo, qualità e produzione; e abbiamo aumentato il personale passando da 14 a 24 dipendenti.

Abbiamo cambiato completamente il modo di lavorare e gestire l’azienda, e questo ci ha dato grandi soddisfazioni, ma non dobbiamo fermarci e continuare a puntare sempre più in alto.

  • Quale valore potete portare con la Vostra bellissima storia a Consulting Valley?

Da parte nostra possiamo dire di avere sempre fiducia nel futuro, e di non arrendersi alle numerose difficoltà che ci sono in questo mestiere.

  • Siete felici adesso? Rifareste quello che avete fatto?

Si, malgrado tutti i problemi che abbiamo dovuto affrontare e che affronteremo, siamo felici e rifaremmo ad occhi chiusi tutto quello che abbiamo fatto, forse con un pizzico di esperienza in più nel campo imprenditoriale che prima non avevamo.

  • Le istituzioni come Vi sono state vicino?

Non abbiamo avuto vicino nessuna istituzione in particolare, abbiamo fatto tutto con le nostre forze, abbiamo anche preso decisioni sbagliate che col senno di poi non avremmo fatto, ma è andata così ed anche questo è servito per imparare.

  • Per concludere…che cosa prova quando i suoi Clienti ottengono grazie a Voi dei vantaggi nel loro business?

Ci sentiamo molto soddisfatti quando i nostri clienti hanno piena fiducia in noi per le lavorazioni che ci affidano, in quanto possono contare sulla serietà e precisione di 3B MECCANICA

LabLaw…L’eccellenza italiana nel diritto del lavoro, la nostra intervista all’Avv. Prof. Francesco Rotondi, Founding Partner – Managing Partner di Lab Law, Partner Strategico di Consulting Valley

Affermato come attore di primo piano sulla scena italiana e internazionale, fa leva su competenze approfondite e riconosciute per introdurre metodologie innovative di lavoro. Trasferisce approcci vincenti da esperienze internazionali. È innovativo nel rispetto della cultura giuridica del nostro paese.

Ecco come nasce LABLAW, che fonde l’esperienza che i soci hanno maturato in contesti internazionali con il labor di questo specifico settore, esprimendo un progetto proiettato anche oltre i professionisti che lo hanno realizzato.

Avv. Rotondi ci descriva la mission di LAB LAW

Solo una: essere i primi partner dei nostri clienti. L’avvocato “vecchio stile” – che ha visibilità solo su quel singolo contenzioso, quel singolo progetto, quella singola trattativa sindacale – non è più quello che chiede il mercato. Il cliente sceglie LabLaw perché sa e dà per scontato che riceverà la migliore assistenza professionale sotto il profilo tecnico, ma anche e soprattutto perché comprende che lavorare con LabLaw vuol dire avviare un’alleanza strategica che prescinde dal diritto del lavoro e delle relazioni industriali e che consente al cliente di essere guidato, supportato e consigliato nelle scelte di gestione e organizzazione del lavoro a 360°.

Su quali mercati operate

Sul mercato globale, italiano ed internazionale.  Anche se ovviamente la nostra è una materia specialistica e di interesse nazionale.

Quindi il sostegno al sistema Impresa è totale? Anche in un periodo post Covid il Vs supporto al sistema impresa è importante quanto prima o più di prima?

È importante più di prima in quanto sono cambiate le domande e le esigenze. LabLaw grazie al supporto di professionisti altamente specializzati e proattivi è in grado di affiancare i propri clienti individuano soluzioni taylor made che tengano conto dei mutati scenari di organizzazione del lavoro e di tutela della salute dei lavoratori in un nuovo contesto normativo dell’emergenzia

Che casistiche incontrate maggiormente oggi per le vostre attività principali?

Gestione day-by-day del periodo che significa soprattutto ammortizzatori sociali e relazioni industriali, ma anche tanto altro (ferie, permessi, smart working, ecc.); senza contare le ipotesi di ristrutturazione allo studio in vista dello sblocco del divieto di licenziamento ma anche di riorganizzazione del lavoro derivanti dal ripensamento degli spazi dedicati ai luoghi di lavoro.

Come vede la missione del Consulente Giuristico Lavorativo oggi?

Servizi integrati. Il consulente non può più essere solo un bravo avvocato giuslavorista o un buon consulente del lavoro. Il consulente deve essere un partner strategico, in grado di cogliere le esigenze del cliente nell’organizzazione del lavoro e di poter offrire tutti i servizi a supporto della gestione delle risorse umane: dalle paghe alla privacy, dal diritto penale alla sicurezza sul lavoro, dagli appalti alle relazioni industriali, dal welfare fino alla consulenza sull’organizzazione aziendale vera e propria.

Che mercato vede nei prossimi anni? Riferimento Italia | Europa | Mondo

Le macchine sostituiranno il professionista in molti lavori, probabilmente anche nel settore legale. Ma non credo che il lavorista sia coinvolto in questo trend tecnologico: la vera sfida è essere un consulente strategico, perché il mercato non ha più bisogno di contenitori di diritto positivo.

Ci parla della complessità per l’impresa e per i dipendenti nel periodo post COVID19 ?

Mi piacerebbe parlare delle sfide positive, della digitalizzazione, di come il COVID possa essere la spinta verso la dimensione moderna del paradigma lavorativo.

In verità credo che oggi le aziende debbano ripartire quanto prima sfruttando le peculiarità e le esigenze di un mondo che è inevitabilmente cambiato ed implementando nuove modalità di organizzazione del lavoro che privilegino il lavorare per obiettivi e siano in grado di garantire la continuità del lavoro anche in caso di nuove emergenze sanitarie, insomma delle modalità che siano veramente “smart” non come quelle che abbiamo visto imposte negli ultimi mesi.

Che cosa pensa possa accadere da Settembre in avanti…?

Temo poco. Vedremo cosa ci dirà il “decreto luglio” che forse sarà un “decreto agosto”. Le aziende hanno la necessità di ristrutturare e bisogna dare loro il permesso di farlo. Non è con i divieti di licenziamento o con misure assistenzialistiche che si fa ripartire il Paese, ma con politiche che mettano davvero al centro il lavoro e aiutino gli imprenditori a far ripartire l’economia.

Che vantaggi avete nel far parte della Community di Consulting Valley?

La selezione attenta dei circuiti più accreditati è il modo migliore per consolidare la posizione sul mercato. Consulting Valley è una realtà che si sta dimostrando in grado di attrarre poli di eccellenza. Non potevamo non farne parte.

Quale valore potete portare a Consulting Valley?

Possiamo portare la nostra mission e la nostra professionalità. La bacchetta magica non esiste, esiste il lavoro, la serietà e la dedizione

Per concludere…che cosa prova quando i suoi Clienti ottengono grazie a Voi dei vantaggi nel loro business?

Capisco il motivo per cui continuo a fare questo lavoro e a ricercare soluzioni innovative per portare sempre più vantaggi.

L’era dell’Industry 4.0 e della Business Intelligence raccontata dall’Ing. Massimo Casciarino Sales Manager di I.C.E. Informatics Consulting Engineering Partner di Consulting Valley

  • Ing. Casciarino ci descriva la mission di ICE.

ICE è una società di consulenza, nata nel 1997, operiamo sul mercato nazionale ed europeo nell’ambito di soluzioni innovative per la direzione aziendale. I nostri servizi sono focalizzati a migliorare ed a rendere più efficienti i processi dei nostri Clienti. Ricorriamo alle nuove tecnologie oggi disponibili che rappresentano i punti abilitanti per l’Industria 4.0. Nello specifico, in un contesto di mercato dove l’utilizzo dei dati può significare un vantaggio competitivo per le aziende, consideriamo l’alfabetizzazione dei dati, ovvero la capacità di leggere, utilizzare, analizzare capire i dati, un elemento fondamentale per il successo. Il nostro lavoro è quello di supportare i nostri clienti, attraverso soluzioni tecnologiche innovative, per consentire loro di esplorare liberamente i dati, prendere decisioni rapide per innescare cambiamenti, ad esempio migliorare i processi di acquisto, tenere sotto controllo i KPI di magazzino, aumentare l’efficacia della forza vendita, definire delle promozioni in base al comportamento di spesa dei clienti, etc.

  • Su quali mercati operate ?

I nostri servizi di consulenza sono trasversali e possono abbracciare tutti i settori merceologici. I nostri clienti appartengono a settori quali: Retail/GDO, Manufatturiero, Moda, Trasporti e Logistica, Cosmetico, Farmaceutico, Cosmetico, Bancario, Alimentare, Servizi, Editoria.

  • Quindi il sostegno al sistema Impresa è totale? Fate tutto Voi?

Il nostro sostegno verso i Clienti è completo. Grazie alla nostra esperienza ventennale, siamo in grado di proporre esperienze e modelli che abbiamo consolidato negli anni in modo tale da attuare in breve tempo soluzioni già pronte e collaudate.  Il nostro approccio “full problem solving”, la dinamicità del nostro personale e l’aggiornamento delle conoscenze sono per noi punti fondamentali che contraddistinguono la nostra professionalità.

  • Che tempistiche hanno di media le vostre attività principali?

Come già detto in precedenza, il fattore tempo è fondamentale nell’ottica di ottimizzare anche il time to market. Il nostro approccio graduale a step consente di ottenere già dopo qualche settimana i primi risultati tangibili trasformando i dati aziendali in valore per il business.

  • Quali garanzie date al Cliente?

Le garanzie principali sono le nostre referenze, la soddisfazione del nostro parco Clienti e i risultati ottenuti. Molti Clienti sono con noi da parecchi anni e si è instaurato un importante rapporto di partnership. La nostra struttura è in grado di supportare sia realtà aziendali appartenenti al mondo delle PMI sia grosse realtà multinazionali.

  • Che mercato prevede nei prossimi anni?

L’informazione e i dati sono e saranno sempre più importanti, non solo per l’ambito del business. Lo possiamo vedere in questi giorni di pandemia in atto, i dati sono vitali per capirne l’andamento, pianificare la ripresa delle attività economiche, avere un feedback costante per evitare ricadute e adottare in tempo misure adeguate di contenimento. La tecnologia, già allo stato attuale, propone strumenti semplici, intuitivi e intelligenti agli utenti di business per concentrare il loro tempo esclusivamente sul valore dei dati. L’alfabetizzazione dei dati sarà una evoluzione necessaria delle aziende: sarà sempre più richiesto ai Decision Makers di leggere, capire i dati e prendere in autonomia delle decisioni immediate. L’Intelligenza Artificiale costituirà, in aggiunta, un alleato fondamentale a supporto del business.

  • Ci parla dei Big data e della Cyber Security?

In un contesto dove i dati sono destinati a crescere in maniera esponenziale, i Big Data sono la soluzione, e rappresentano le tecnologie e le metodologie da adottare in presenza di grosse mole di dati di tipo eterogeneo. I Big Data, uniti a sistemi di Intelligenza Artificiale, saranno di aiuto in ambito di analisi ma anche in ambito previsionale.  L’importanza della Cyber Security è evidente, le aziende sono ormai entrate nell’era della digitalizzazione, ed è necessaria una sicurezza per proteggere i propri dati, i brevetti, le proprie infrastrutture produttive da attacchi fraudolenti in grado di creare danni importanti, la Cyber Security è un tema da non sottovalutare.

  • Che vantaggi avete nel far parte della Community di Consulting Valley?

Lo spirito della Consulting Valley mi ha colpito positivamente fin da subito. La possibilità di fare parte di un gruppo di professionisti di alta qualità è sicuramente un punto positivo di crescita per me e per i miei colleghi.

  • Quale valore potete portare a Consulting Valley?

Vogliamo portare la nostra esperienza nella innovazione tecnologica, elemento importante per vincere le sfide del presente e del futuro. La ICE è una azienda che fa della qualità del lavoro e l’aggiornamento professionale delle proprie persone il suo cavallo di battaglia, una caratteristica che può essere messa a supporto di tutti i professionisti di Consulting Valley.

  • Per concludere…che cosa prova quando i suoi Clienti ottengono grazie a Voi dei vantaggi nel loro business?

La soddisfazione dei nostri Clienti è il carburante che ci fa volare sempre più in alto e che alimenta il nostro entusiasmo. I vantaggi e i risultati che i nostri Clienti realizzano attraverso le nostre soluzioni possono rappresentare uno spunto per altre aziende interessate ad accostarsi al mondo degli Analytics, per questo motivo, periodicamente organizziamo eventi con testimonial che raccontano la loro esperienza.

maurizio-tricarico

L’intervista di Silvia Frisone a Maurizio Tricarico, General manager di Consulting Valley

By Silvia Frisone

Ci descriva chi è oggi Maurizio Tricarico e che percorso ha fatto per arrivare a essere quello che è oggi

Maurizio Tricarico o “Maurice” come mi chiamano i più intimi in giro per il mondo è ancora un grande appassionato del proprio lavoro che negli ultimi anni ha assunto quasi una missione strategica e di grande supporto per chi è imprenditore e chi gestisce l’impresa. Sono felice di avere oggi una posizione di grande valenza e di valore. Ho avuto la fortuna di aver vissuto un percorso formativo speciale e di essere nato in una famiglia davvero unica e unita che se anche per poco tempo è riuscita a trasmettermi valori importanti tra cui rispetto ed educazione che sono alla base della mia persona. Il mio motto è che: “Per noi il Cliente è Patrimonio, quindi gli devi rispetto.” La mia estrazione è stata da subito commerciale, dopo un periodo di palestra formativa in una delle più prestigiose multinazionali Americane Browing Group e Brunswick Marine Group che mi hanno dato le basi del mio lavoro, successivamente migliorato con il mio passaggio nel settore IT, prima con HP CO|Create, Dassault Technologies, Autodesk fino ad arrivare ai Servizi e Soluzioni dell’era contemporanea che ci hanno portato nella community Valley che io definisco migliore sul mercato per le soluzioni uniche che proponiamo alle imprese.

Abbiamo costruito una squadra di professionisti al TOP e che con la stessa passione e professionalità del sottoscritto intervengono dove c’è da rinnovare o migliorare il percorso professionale di un’azienda mettendosi in gioco con la loro esperienza professionale. E’ davvero per me un grande onore essere il General Manager di consulting Valley.

Quando è partito si aspettava di arrivare dove è ora?

Aver fatto l’anno di leva nei carabinieri è stato per me un altro passaggio di grande formazione e responsabilità che ancora oggi mi porta ad avere più rispetto delle posizioni e gerarchie. L’ingresso poi nel mondo del lavoro mai mi faceva pensare che gli anni successivi o per meglio dire recenti sarebbero stati così difficili sia a livello sociale che professionale anche perché nel 2008 in poi c’è stata una forte contrazione di tutto. Essere arrivato oggi al timone una community di Professionisti dopo importanti posizioni di grande responsabilità in Gruppi importanti è per me un grande risultato e con molta onestà da me decisamente desiderato.

Rifarebbe tutto quello che ha fatto fino ad oggi?

Questa è una domanda scomoda perché apre in noi quel filone di malinconia che ci porterebbe sicuramente a cancellare diverse situazioni vissute. Certo che non rifarei molti errori commessi, alcuni dei quali per fiducia di qualcuno che reputavo diverso, serio, professionale ma è anche vero che le ferite ti rendono più forte. Ci sono cose che non rifarei ma eviterei.

Cosa nel suo modo di lavorare e di porsi, ha fatto la differenza secondo lei?

Sono certo che il mio stile e l’educazione avuta sono alla base del mio modo di essere che mi ha sempre aiutato nella mia professione. Sono un perfezionista estremo e un passionale e questo lo trasmetto, almeno così mi dicono. Il mio peggior difetto? Mi affezione alle situazioni che vivo, sempre. Il mio metodo, la mia preparazione con l’aggiunta del fattore umano mi portano ad essere ben accettato dai clienti.

Quanto ha contato l’immagine, l’etichetta e il modo di porsi nella sua carriera e nei rapporti di lavoro?

L’immagine ha sempre avuto nel mio caso un’influenza forte, tanto che una volta ho ricevuto addirittura un complimento da un trasportare perché in azienda avevamo il mulettista malato ed io in giacca e cravatta mi sono messo alla guida del muletto ricevendo questo complimento: “E’ la prima volta che nella mia vita vedo un mulettista in doppio petto!” Il modo di vestire, i particolari, l’auto sempre pulita e la ricerca maniacale della perfezione sono la tua etichetta: una forma di rispetto verso i tuoi clienti. Non ho mai amato le persone trascurate perché se sei trascurato tu, come puoi prenderti cura dei tuoi clienti?

Secondo lei, con un’immagine diversa avrebbe ottenuto gli stessi risultati?

Secondo me, NO! Senza dimenticare che a nostra volta pesiamo, in modo più o meno consapevole, i nostri fornitori attraverso il loro modo di essere, di comportarsi e per il loro stile.

Consiglierebbe a suo figlio/figlia di curare l’immagine e l’etichetta nel lavoro? Se si, a che posto lo mette nella sua scala di priorità?

Curare l’immagine, sapersi comportare in modo appropriato in qualsiasi circostanza e destreggiarsi con sapienti capacità relazionali è fondamentale nel lavoro, quanto nella vita sociale. Noi non svolgiamo un lavoro al telefono, noi siamo dal cliente, lo visitiamo e ci presentiamo a lui, quindi per me, è e rimane al primo posto assoluto. Ovviamente lo consiglierei ai miei cari, cosa che peraltro già faccio.

Fonte: https://www.silviafrisone.com/la-mia-intervista-della-settimana-maurizio-tricarico-general-manager-di-consulting-valley/

Silvia Frisone – www.silviafrisone.com

foto-intervista-milanobiz

Milanobiz.it intervista il nostro General Manager sul Core Business di Consulting Valley

Ciao Maurizio, ci spieghi brevemente il core business di Consulting Valley?

Consulting Valley è una Community di Consulenti rigorosamente selezionati per le loro qualità e il loro storico a servizio dell’Impresa e di chi la gestisce, vogliamo offrire servizi e soluzioni innovative per la gestione dell’Impresa, proprio ora che alla ripresa troveremo un mondo decisamente diverso, cambieranno le regole future e la sicurezza nei posti di lavoro, e anche il consulente dovrà cambiare, dovrà essere un professionista capace di creare e avere idee con gli strumenti giuridici che abbiamo per dare soluzioni nuove in un nuovo scenario di vita e vita professionale, per questo sappiamo di avere a bordo Consulenti preparati e predisposti al cambiamento

Ci racconti da come è nata l’idea di fondare Consulting Valley?

Non potrò mai dimenticare una giornata passata da un Cliente molto importante dove a mia insaputa mi sono trovato di fronte due Attori protagonisti al Top del mondo della Consulenza Giuristica Lavorativa e del Welfare in Azienda, per mia fortuna la sessione della riunione si è prolungata fino a tarda mattinata e mi hanno proposto di partecipare al loro pranzo di lavoro, bene dopo circa due ore siamo usciti con il progetto di Consulting Valley, suggerito da queste persone, ora mie Consulenti Top e a me l’onore della Gestione e del coordinamento di queste fantastiche risorse professionali

In poche parole, perché un’azienda dovrebbe affidarsi a te?

Non esistono più regimi di esclusività sia di servizi che di prodotti e questo è verifichiamo tutti i giorni sul mercato, sia interno che globale, però possiamo fare la differenza con le persone e i partners con i quali decidiamo di fare il nostro percorso professionale.

Ho avuto la fortuna e la sensibilità di mettere in piedi un squadra di professionisti davvero capaci, che fanno la differenza sul mercato, per questo motivo i clienti quando ne vengono a conoscenza si affidano a noi per le loro attività

Puoi raccontarci un caso di successo e con quale azienda cliente?

Posso sicuramente citare molti casi, però uno di questi lo utilizzo spesso sia per un fattore affettivo verso il cliente che per la qualità del risultato finale ottenuto. Si tratta di un’Azienda Leader nel settore meccanico con oltre 40anni di storia e successi nel mondo, abbiamo ottenuto per loro risultati incredibili con soluzioni che iniziano dai Contributi a Fondo Perduto, Crediti d’Imposta e introduzione graduale di una piattaforma Welfare su due sedi in fase di implementazione. Il risultato è evidente sia in termini economici che sul profilo del risparmio ottenuti e la qualità della vita lavorativa in Azienda con il Welfare. Per motivi di Privacy non posso fare il nome del Cliente

Come stai affrontando questo periodo di emergenza sanitaria?

Il mio è un lavoro di empatia e di presenza, non è facile perchè i clienti non sono pronti a fare attività e conference su Skype o altre piattaforme, però dobbiamo adattarci al momento, tanto che con un nostro partner di pregio abbiamo recentemente proposto sul mercato ad alcuni dei nostri clienti una soluzione di una piattaforma che consente , attraverso l’utilizzo di visori wireless di ultima generazione, di trasformare qualunque ambiente in una sala virtuale personalizzabile , munita di un pannello di controllo per la selezione e la gestione di modelli 3D di qualunque dimensione e natura, da un profumo ad un espositore ad una pressa di diverse decine di metri, per questo siamo avanti e i clienti che lo capsicono decino di affidarsi a noi, inevitabilmente il futuro sarà sempre di più da remoto…purtroppo, però abbiamo soluzioni evolute per i nostri Clienti sviluppate da parte del nostro Partner in collaborazione con il Politecnico di Milano

Ci saranno ulteriori novità?

Si…abbiamo in programma di fare eventi su Linkedin e Webinair per proporre le nostre soluzioni, per questo Vi consiglio di mandarci la vostra volontà di essere informati scrivendo a consulente@consultingvalley.it

silvia-frisone

Cos’è la Professional Business Image? L’Esperta Risponde e Racconta

Partendo ponendoci questa domanda, oggi incontriamo la Dottoressa Silvia Frisone con l’obiettivo di fare luce su questa pratica che spesso diamo scontata o ignoriamo totalmente, con risultati spesso poco piacevoli o addirittura al limite del catastrofico

Buongiorno Dott.ssa Frisone, innanzitutto grazie mille di essere qui con noi. Per cominciare, ci descriva la sua mission e l’obiettivo del suo lavoro.

Buongiorno a voi! il piacere è tutto mio. La mia è una mission che nasce direttamente dalla ventennale esperienza che ho maturato da imprenditrice, grazie alla quale ho sviluppato una forte sensibilità in merito all’importanza dell’immagine esteriore e del modo in cui ci relazioniamo.

“Trasformare un manager, un professionista o un imprenditore in quella persona con cui tutti vogliono lavorare.”

Silvia Frisone

Su quali mercati operate

Una mission che nella pratica si configura nel concetto di PROFESSIONAL BUSINESS IMAGINE che ho messo a punto di recente.

La PROFESSIONAL BUSINESS IMAGE è l’espressione della versione migliore di noi stessi, nel rispetto degli altri.

Nasce dall’esigenza personale quanto professionale di essere più attraenti (inteso come esteticamente più curati e più abili nell’attrarre i clienti), più richiesti e performanti nel mondo degli affari.

La Professional business image rappresenta il perfezionamento di tutti quegli elementi che determinano il modo in cui gli altri ci vedono, ci percepiscono e ci giudicano.

Attraverso un’immagine curata e la capacità di muoversi con disinvoltura, rispetto e savoir-faire, la Professional business image risponde all’odierna necessità di affermarsi, distinguersi ed eccellere sul mercato.

Le persone che seguono i principi della Professional business image acquisiscono un fascino elegante, magnetico e seducente da cui è difficile sottrarsi. Sono quelle persone di cui è bello circondarsi, con cui collaborare volentieri e con cui di conseguenza si stipulano contratti.

Su quali mercati operate

Gli ambiti di riferimento a cui mi rivolgo sono prevalentemente business alternati a consulti personali che fanno da contorno.

I servizi di consulenza e formazione dedicati alla Professional business image sono indispensabili per manager, imprenditori, professionisti e relativi collaboratori che intrattengono qualsiasi tipo di relazione.

I miei clienti provengono perlopiù dal Nord o centro Italia. Di solito li ricevo presso il mio studio situato in Bolzano Novarese, una località a due passi dall’incantevole lago d’Orta. Meta suggestiva e molto rinomata.

La scelta di ubicare il mio studio fuori dalle città è dettata dal desiderio di evitare ai miei clienti lo stress e il disagio di raggiungermi in aree urbane densamente trafficate, spesso prive di parcheggio.

Su richiesta, le mie consulenze possono avere luogo anche presso la sede delle aziende che commissionano i miei servizi.

Perché un imprenditore dovrebbe avvalersi della sua formazione

La nostra immagine, insieme al nostro modo di porci, si riflette nei risultati che otteniamo e che gli altri si aspettano da noi. Acquisire una Professional business image significa diventare quel manager, quell’imprenditore o professionista a cui clienti, dipendenti o superiori desiderano affidarsi e a cui si ispirano. Un esempio carismatico capace di creare un clima empatico, collaborativo e produttivo sia all’interno che all’esterno dell’azienda.

Tra i diversi fattori che determinano il successo di un’azienda, la Professional business image detiene un ruolo chiave.

Nella maggior parte delle aziende o delle attività infatti l’immagine del brand e il fattore umano sono riconosciuti come alcune delle colonne portanti della strategia d’impresa. La loro corretta valorizzazione è in grado di generare risultati concreti e di decretare il successo delle stesse.

Come vede il mercato della comunicazione oggi?

La comunicazione è uno strumento indispensabile per qualsiasi attività che voglia affermare il proprio brand e ottenere maggiore visibilità.

L’era della comunicazione digitale ha rappresentato una svolta positiva offrendo a chiunque la possibilità di promuoversi ed esprimersi più attivamente.

Un vantaggio per tutti che tuttavia diventa spesso il palcoscenico di attacchi gratuiti e inaccettabili, polemiche accese e soprattutto messaggi gonfiati e fuorvianti. 

Credo che vada comunque la pena di continuare a investire nella comunicazione off line perché ritengo che il business di ogni azienda debba essere innanzitutto incentrato sulla rete di relazioni che si stabiliscono nel mondo reale.

In sintesi, il mercato della comunicazione ci mette oggigiorno a disposizione un ventaglio di scelte ricco e diversificato, l’importante è saperne fare buon uso.

Ci racconti un’attività di formazione che le ha portato una soddisfazione particolarmente appagante in considerazione al grado di difficoltà incontrato

L’esperienza che ricordo con più simpatia è quella condivisa con i responsabili commerciali di un’importante società di Broker assicurativo. Risale a qualche anno fa. Non vi nascondo che l’accoglienza iniziale è stata alquanto fredda. Alcuni di loro mostravano una certa diffidenza, non sapevano cosa aspettarsi dalla mia consulenza.

A richiedere il mio intervento era stato il titolare, consapevole del fatto che il successo di un’attività dipende anche dal modo in cui essa è percepita nella mente dei suoi clienti e un’immagine curata è senza dubbio un fattore che contribuisce a rendere questa percezione positiva.

Con il passare delle ore si è creato un clima disteso e i venditori hanno mostrato una partecipazione molto attiva, ben oltre le mie aspettative. 

Nello specifico, la sessione richiesta prevedeva due fasi: la prima dedicata alla valorizzazione dell’immagine di ogni singolo commerciale sulla base delle loro specificità fisiche (colori, morfologia di viso e corpo e stile); la seconda era volta a identificare uno stile comune a tutti i venditori, naturalmente nel rispetto delle peculiarità emerse nello step precedente, capace di promuovere efficacemente il posizionamento dei loro servizi e in grado di incarnare con coerenza, eleganza e forza lo spirito del brand.

Che vantaggi avete nel far parte della Community di Consulting Valley?

 Consulting Valley è una vetrina privilegiata che offre visibilità negli ambienti che contano. Una community d’elite composta da professionisti selezionati, affermati e altamente qualificati. 

Farne parte è un onore quanto una responsabilità. Mi stimola a elevare ulteriormente il livello della mia professionalità in modo da garantire un servizio sempre più efficiente, esaustivo e soddisfacente, all’altezza degli standard indispensabili per Consulting Valley.

Quale valore potete portare a Consulting Valley?

Valori semplici quanto intramontabili: bellezza, educazione e modi eleganti nel rispetto di sé stessi, dell’azienda che rappresentiamo e di tutte le persone con le quali interagiamo. Giova ricordare che porsi con gentilezza e curati nell’aspetto predispone gli altri a essere a loro volta più garbati e disponibili nei nostri riguardi.

Per concludere…consiglierebbe i Servizi di Consulting Valley ad un imprenditore?

Si, certo! Ma solo a coloro che hanno la sensibilità di riconoscerne il vero valore, perché Consulting Valley è una community per veri intenditori!

Per saperne di più, visitate il sito di Silvia o scriverci un’email a consulente@consultingvalley.it